Progetto

Il Cammino di San Nilo è un progetto ideato e realizzato dall’Associazione Gazania.

GAZANIA è un’associazione di promozione sociale che si propone lo studio della storia bizantina del Cilento e del Vallo di Diano, la ricerca e la valorizzazione delle emergenze culturali e degli antichi sentieri riconducibili agli insediamenti dei monaci italogreci. La riscoperta dell’identità vivente del territorio rappresenta un importante fattore di futuro, a vantaggio dei numerosi borghi marginali inclusi nel perimetro del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano ed Alburni, veri e propri scrigni di biodiversità e autenticità.

Il nome “Gazania” deriva da Teodoro Gaza, un noto umanista e traduttore bizantino, vissuto all’inizio del quindicesimo secolo, nato a Tessalonica e morto a San Giovanni a Piro. Ma designa anche una pianta dai mille colori, a rappresentare la bellezza della natura, coniugando in sé un significato sia valenza storicae sia naturalistica.

“L’Associazione è nata nel 2018 per lavorare alla realizzazione del Cammino di San Nilo nel Cilento. Si è rinnovata, così, la collaborazione tra la Comunità di Grottaferrata ed il Cilento, consolidatasi nel 2004, in occasione dell’organizzazione delle celebrazioni per il Millenario Niliano, che hanno coinvolto anche le Comunità di Rofrano e San Mauro la Bruca, sotto la guida della Badia criptense.”

Gazania a fine 2018 ha partecipato al bando sulle imprese creative della Regione Campania e nel 2019 ha ricevuto un contributo dal Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni per la realizzazione della segnaletica del cammino.

CHI SIAMO

Maria Pagano, Guida Ambientale Escursionistica (associata ad AIGAE) con formazione ed esperienza ultradecennale nella conoscenza del territorio e nella trasmissione dei suoi contenuti culturali e ambientali.


Settimio Rienzo, esperto in progettazione europea e appassionato di sviluppo locale con comprovata esperienza diretta nei rapporti con l’estero, in particolare con le comunità di emigranti italoamericani.


Antonio Tortorella, ricercatore locale di storia medievale con particolare riferimento all’Italia meridionale bizantina.


Toni Viterale, esperto in politiche giovanili e sociali, collabora con diversi Comuni ed Enti del Terzo Settore, dirigendo organizzazioni private no profit e coordinando diversi progetti. Fa parte del Comitato Niliano attivo a Rofrano.