Organizzazione

Lista completa

Se sei arrivato a leggere fino qui hai cominciato a maturare in te l’idea di intraprendere questo Cammino, ma non sai da che parte cominciare per riempire il tuo zaino.

Se scegliete uno zaino da 40 litri, riuscirete a farci stare tutto il necessario senza appesantire la schiena. Cercate comunque di portare il minimo indispensabile senza esagerare. Vi accorgerete una volta sul Cammino che avrete bisogno di meno cose di quante ve ne siete portate.

In estate basteranno un paio di cambi in quanto ogni sera avrete la possibilità di lavare i panni sporchi e grazie al caldo si asciugheranno rapidamente. In inverno invece le cose da portare potrebbero essere un po’ di più e sicuramente più pensanti. 

In seguito riporteremo la lista delle cose che potrebbero servirvi per percorrere il Cammino di San Nilo, ovviamente potete aggiungere o togliere delle cose in base alle vostre abitudini ed esigenze.

  • ZAINO;
  • COPRI ZAINO di solito è incluso nello zaino ma accertatevene perché se in caso di pioggia si dovesse bagnare lo zaino sarebbe un problema;
  • BORRACCIA Conviene avere una capienza di 1litro perché in alcuni tratti non ci sono fontane e fonti d’acqua;
  • SCARPE;
  • CALZINI meglio se di materiale tecnico in modo da evitare le vesciche ma anche perché asciugheranno più velocemente;
  • CIABATTE quelle in lattice sono ideali per usarle anche per la doccia visto che si asciugano rapidamente inoltre sono anche molto leggere;
  • INTIMO due o massimo tre paia, in base al periodo, tanto li laverete tutti i giorni all’arrivo;
  • PANTALONI in materiale tecnico e con la zip per staccare la parte delle gambe e per farli diventare pantaloncini;
  • MAGLIETTE di materiale tecnico e traspiranti;
  • FELPA una felpa leggera per l’estate, magari da mettere quando si esce la mattina presto o la sera; più pesante per l’inverno (tipo pile) ma sempre con la zip in modo da toglierla o metterla facilmente;
  • IMPERMEABILE ci sono dei modelli che coprono oltre il pellegrino anche lo zaino, in modo che, nei forti temporali, resta asciutta anche lo schienale dello zaino;
  • CAPPELLO utile nei giorni di gran caldo per riparare la testa dal sole;
  • GHETTE nemmeno d’inverno troveremo tratti con abbondante neve ma se arriva un temporale improvviso permettono di non far entrare acqua all’interno delle scarpe;
  • SCALDA COLLO alcuni tipi si trasformano in bandane e proteggono anche dai raggi solari;
  • CINTURA
  • GIUBOTTO un giubbotto tipo softshell è perfetto per un territorio come il Parco del Cilento, nei periodi invernali.
  • PIGIAMA
  • ASCIUGAMANI

una grande per la doccia e una più piccola per il viso, meglio se in microfibra perché sono più leggere ed occupano molto meno spazio nello zaino;

  • TORCIA da usare se si cammina in orari con poca luce ma anche per leggere un libro, la sera prima di dormire, senza disturbare altre persone. Se è una lampada frontale da testa permette anche di avere le mani libere. Molto utile per visitare le grotte; 
  • CARICABATTERIE
  • SPAGO 5 metri di spago potrebbero risolvere il problema di dove stendere gli indumenti che laverete qualora non ci fossero altre alternative;
  • MOLLETTE 4 o 5 mollette vi serviranno sempre per la biancheria ma anche per distinguere i vostri indumenti da altri quando li stendete. Soprattutto per l’abbigliamento tecnico potrebbe capitare di trovare vestiti uguali ai vostri;
  • SPILLE DA BALIA utili per appendere allo zaino, ovviamene nelle giornate di sole, gli indumenti che non siete riusciti ad asciugare il giorno precedente;
  • COSTUME ricordate che l’arrivo è a Palinuro, nota località balneare del Cilento, un bagno dopo tanti chilometri ci sembra il giusto premio. Utile anche ai Capelli di Venere a Casaletto Spartano e all’Oasi WWF di Morigerati;
  • SAPONE DI MARSIGLIA adatto per farsi la doccia ma anche per lavare gli indumenti;
  • AMUCHINA
  • SALVIETTINE MANI
  • ACCENDINO, AGO E FILO;
  • FORBICI se venite in aereo potrebbero non passare ai controlli;
  • FAZZOLETTI
  • CARTA IGIENICA
  • COMPEED;
  • CREMA ANTI FRIZIONE il consiglio è di applicarla sui piedi tutte le mattine per prevenire le vesciche;
  • BURRO CACAO
  • ANTIZANZARE in estate vi evita qualche fastidio soprattutto di notte;
  • SPAZZOLINO E DENTIFRICIO
  • CREMA ALL’ARNICA avendo proprietà antinfiammatorie ed analgesiche è indicata per eventuali dolori muscolari;
  • DEODORANTE
  • CREMA SOLARE in estate l’esposizione al sole per diverse ore potrebbe scottarvi, una buona protezione eviterebbe bruciori e rossori i quali inciderebbero negativamente sul prosieguo del Cammino;
  • CEROTTI
  • GARZA
  • NASTRO PER GARZA
  • DISINFETTANTE
  • MEDICINE;
  • LIBRO è vero che dovete portare meno cose possibili per non appesantire lo zaino, ma un buon libro (magari non tanto grande) può farvi compagnia la sera prima di addormentarvi;
  • MARSUPIO oltre allo zaino consigliamo di portare anche un marsupio dove mettere documenti, soldi, credenziale e tutte le cose di valore che vorrete tenere sempre vicino a voi, ma anche per prenderle velocemente senza togliere tutto dallo zaino;
  • TACCUINO E PENNA il Cammino di San Nilo è anche un percorso spirituale, può essere che vi viene voglia di appuntarvi delle emozioni provate lungo il percorso o semplicemente fare un diario di questa bellissima esperienza;
  • DOCUMENTI
  • TESSERA SANITARIA
  • CONTANTI E CARTE DI CREDITO è possibile prelevare da bancomat e postamat quasi in tutti i fine tappa;
  • CREDENZIALE la potete ritirare nell’infopoint appena arrivati nel Comune di Torraca, o richiederla all’Associazione tramite email;
  • MAPPA la potete ritirare nell’infopoint appena arrivati nel Comune di Torraca;